Biblioteca Villa Binaghi

Biblioteca Villa Binaghi

La biblioteca d’Istituto ubicata a Villa Binaghi, immobile di pregio costruito nel decennio 1920-1930 per un committente privato e sede della Soprintendenza ABAP di Cagliari  dal 1984, possiede testi di carattere storico artistico, architettonico, urbanistico e di tecnica del restauro; annovera inoltre un’ampia sezione dedicata alla Sardegna con le opere dei più illustri scrittori di storia e antichità  sarde dall’ultimo Ottocento  ai giorni nostri.

Il nucleo originario della biblioteca, risale al 1891, anno in cui venne istituito in Sardegna un “Ufficio Regionale per la conservazione dei monumenti”diretto da Filippo Vivanet, il quale, relativamente al patrimonio librario, allarga l’interesse, sino ad allora incentrato sul settore archeologico, con  acquisti di testi di  storia dell’arte, architettura e restauro.

Il fondo della Biblioteca è stato incrementato nel tempo, anche grazie alle cospicue donazioni di studiosi che hanno operato nella stessa Soprintendenza di Cagliari, proprio tra i primi del Novecento e la fine degli anni Venti: le donazioni, unite alle successive acquisizioni, hanno consentito di delineare la fisionomia della Biblioteca, i cui testi oggi presenti risultano fondamentali per lo studio dell’architettura e della storia dell’arte.

Nata come struttura di servizio per supportare e agevolare gli scopi istituzionali, la biblioteca è aperta al pubblico ed offre i suoi servizi al personale interno della Soprintendenza e agli studiosi e appassionati esterni, prevalentemente ricercatori e studenti universitari.

Attualmente la consistenza libraria è valutata in circa 19.000 volumi, comprendenti 271 testate di periodici, enciclopedie, collane, repertori e dizionari. Di particolare interesse la presenza di un “fondo librario antico” costituito da 37 volumi di cui quattro pregiate cinquecentine, otto seicentine  e venticinque volumi del 1700.

L'incremento del patrimonio librario e documentario avviene oggi  tramite scambio e doni tra Soprintendenze, Università e Istituti culturali italiani e stranieri.

La biblioteca possiede un catalogo cartaceo alfabetico per autori aggiornato fino al 2005, un catalogo sistematico dei periodici cartaceo aggiornato  ed un catalogo informatico ad uso interno.
La catalogazione, attuata mediante il software Sebina e secondo i recenti standard nazionali e internazionali, è stata avviata nel 2005 e prosegue con la registrazione dei volumi di recente acquisizione. Il catalogo della biblioteca è consultabile online nell'OPAC (Online Public Access Catalogue) della Regione Sardegna.

Servizi
Lettura in sede
Accesso a internet per consultazione catalogo online
Prestito esterno
Informazione e assistenza bibliografica

Orari
 martedì, mercoledìe venerdì, ore 10.00-13.00

giovedì  m. 10.00 – 13.00, p. 15.30- .17.30
Tel. 070/2010363 – 366 - 355

Direttore
Maria Teresa Steri
mariateresa.steri@beniculturali.it

Referente
Maria Francesca Ollosu

mariafrancesca.ollosu@beniculturali.it

Collaboratori

Giovanni Pintori, Paolo Melis